Il magnate non si trova: «Non sappiamo se vittima di un reato o di un incidente»

Karl-Erivan-Haub.-Foto-@-The-Inertia.jpg

Indagini a tutto campo della procura del cantone svizzero del Vallese e ricerche frenetiche in alta quota: una “piccola possibilità” di ritrovare ancora vivo Karl-Erivan Haub, magnate tedesco di 58 anni scomparso da sabato, sta muovendo sulle pendici del Cervino, tra Italia e Svizzera, un’imponente macchina di soccorsi.

“Al momento non si può dire se siamo di fronte a un reato o a un tragico incidente”, ha avvertito il procurato cantonale Dominic Lehner, tingendo di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Montagna.TV

Annunci

Valanga nella notte, chiusa la strada regionale per Cogne

AOSTA – Il distacco è avvenuto attorno alle 4.15 di oggi, giovedì 12 aprile, all’altezza della località Chevril, nel comune di Aymavilles. La Commissione valanghe sta valutando se le condizioni consentano sgombero e riapertura della strada.

Snap1.png

Attorno alle 4.15 di oggi, giovedì 12 aprile, una valanga si è staccata sulla regionale 47 per Cogne, all’altezza di Chevril, nel comune di Aymavilles. Dall’intervento di Carabinieri e Vigili del fuoco, oltre al Soccorso Alpino, al Corpo forestale della Valle d’Aosta e al Sagf della Guardia di finanza, non risultano strade coinvolte. La strada risulta, al momento, chiusa su ordinanza del Sindaco di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Aostasera

Valanga a Chamolé, le voci dei primi soccorritori e degli inquirenti

AOSTA – Nel nostro video-reportage parlano i medici giunti sul posto per primi, assieme al pilota di “Sierra Alfa 1”, l’elicottero del Soccorso Alpino Valdostano, e al direttore del SAV, Adriano Favre. Inoltre, il punto sulle indagini con il pm Menichetti.

A due giorni dai tragici fatti di Chamolé, proponiamo nel nostro reportage le testimonianze dei primi soccorritori accorsi sulla valanga staccatasi, sabato 7 aprile 2018 sopra Pila, facendo due feriti e due vittime. Al microfono di Christian Diemoz parlano … [per continuare a leggere, fai clic sul link qui in basso]

via Aostasera

Pericolo valanghe, chiusa la strada fra località Chiva e Niel nel Comune di Gaby

GABY – La Protezione civile ha inoltre innalzato al livello di attenzione rinforzata l’attuazione del piano regionale valanghe a partire dalle prime ore di mercoledì 11 aprile su tutto il territorio regionale.

Snap2.png

Dopo Valsavarenche, chiude, sempre per rischio valanghe, anche la strada fra le località Chiva e Niel nel Comune di Gaby. La Protezione civile ha inoltre innalzato al livello di attenzione rinforzata l’attuazione del piano regionale valanghe a partire dalle prime ore di mercoledì 11 aprile su … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Aostasera

Val Brembana: valanga in diretta, durante un’escursione (VIDEO)

07.04.18 Attenzione a non avventurarvi in questi giorni, e direi anche oltre, lungo il sentiero per il rif Longo! Chi…

Posted by Pierangelo Tombini on Saturday, April 7, 2018

Lungo il Monte Masoni, in Val Brembana, sul sentiero che porta al Rifugio Longo, Pierangelo Tombini sabato scorso ha ripreso in diretta una valanga durante un’escursione.

Ricordiamo che in questi giorni è rischioso avventurarsi sulle … [per continuare a leggere, fai clic sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Uno sciatore tedesco non è rientrato in albergo a Zermatt: ricerche in corso anche a Cervinia

AOSTA – Dell’uomo mancano notizie da sabato, 7 aprile. Le guide alpine italiane si concentrano su Cervinia, sul ghiacciaio e nei fuoripista, ma anche nel vallone di Curtod. Lo sciatore ha preso la funivia del Piccolo Cervino, poi le sue tracce si perdono.

Snap4.png

di Christian Diémoz

Dalla mattina di sabato, 7 aprile, mancano notizie di uno sciatore tedesco. Era in un albergo di Zermatt (in Svizzera) e l’esame del suo biglietto, effettuato dopo che è scattato l’allarme per il mancato rientro, ha restituito un passaggio sulla funivia del Piccolo Cervino. Dal suo arrivo in quota, però, le … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Aostasera

Valanga Pila, indagati sei istruttori CAI

Inchiesta per omicidio plurimo e disastro colposi

5898c47ee7b0aff885f085a24b2955d2.jpg

Sono sei gli indagati dalla procura di Aosta per la morte di due scialpinisti travolti da una valanga sabato 7 aprile a Pila (Aosta). Sono il responsabile del corso e cinque istruttori dei 12 allievi della scuola Cai ‘Pietramora’ (delle sezioni di Cesena, Faenza, Forlì, Imola, Ravenna e Rimini) che aveva organizzato l’escursione didattica.
E’ stata consegnata dal Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves la relazione in procura, che ha aperto un’inchiesta per disastro e omicidio plurimo colposi.
Tra i sei indagati ci sono anche i due sopravvissuti travolti dalla … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via ANSA.it

Troppa neve sulle Dolomiti, i rifugi aprono a giugno. «Ma è un fattore positivo»

Rifugio-Locatelli.-Foto-@-Dharma.jpg

A differenza dell’anno scorso, quest’anno la molta neve caduta sulle Dolomiti impedirà alla maggior parte dei rifugi di aprire le strutture già da Maggio.

A comunicarlo è Francesco Carrer, presidente del Cai Veneto, che in un’intervista rilasciata al Corriere delle Alpi vede in questo posticipo obbligato un fattore positivo: «Avremo infatti acqua abbondante per tutta l’estate, mentre nel … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Montagna.TV

Valanghe: serie di slavine in Alto Adige, nessun ferito

In Alto Adige si sono registrate delle valanghe, alcune delle quali riversatesi su strade, senza però causare feriti

Neve-valanghe-640x428.jpg

A cura di Filomena Fotia

A causa dell’innalzamento delle temperature, in Alto Adige si sono registrate delle valanghe, alcune delle quali riversatesi su strade, senza però causare feriti. In val Pusteria tre masi sono isolati a causa di una slavina di grosse … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Meteo Web

Valanga sul Colle Chamolè in Valle d’Aosta: 4 sciatori travolti, 2 morti

In mattinata una slavina è caduta a Pila (Aosta), frequentata nel finesettimana da molti appassionati della neve. Due persone estratte in stato di ipotermia. All’ora di pranzo un altro muro di neve è venuto giù a Valgrisenche: nessun coinvolto

05f8f1d1991636584537c53db08ef33d_169_l

Una valanga è caduta nella tarda mattinata di oggi al Colle Chamole’, a Pila (in provincia di Aosta), travolgendo quattro scialpinisti. Poco prima dell’ora di pranzo, il soccorso alpino ha dato la notizia dei corpi di due scialpinisti recuperati privi di vita sotto la neve. Altri due sciatori sono stati trovati fortunatamente in vita, seppure in stato di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

Via La Gazzetta dello sport 

Valanga a Pila. Travolta una donna inglese durante un fuoripista

Secondo i soccorritori, non ci sarebbero altre persone travolte

614px511-soccorsi-a-pila-fonte-Ansa-300x250.png

È ricoverata in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Parini di Aosta la trentenne inglese travolta e subito estratta da una valanga a Pila mentre praticava sci in fuoripista nella zona del Couis 1. Ha riportato un … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Snowboarder perde la vita in Savoia, soffocato dalla neve. Aperta un’inchiesta

Il giovane è morto dopo essere caduto a testa in giù nella neve, mentre stava sciando fuoripista

614px511-foto-remy-gabalda-AFP-fonte-franceinfo-300x250.png

Uno snowboarder inglese di 25 anni, ha perso la vita nel primo pomeriggio di ieri 5 aprile, durante un fuoripista nella zona di Allues, vicino alle piste di Méribel in Savoia. Era in Francia, occupato come lavoratore stagionale in un albergo della località turistica.

Il giovane sarebbe morto soffocato, dopo una caduta a testa in giù nella neve. Secondo quanto riferito da un portavoce del soccorso alpino, si ritiene non … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Due scialpinisti bloccati sul massiccio del Rosa: una squadra di guide è partita a piedi

AOSTA – Si tratta di due piemontesi, fermi al bivacco “Giordano” al Balmenhorn (4.167 metri) da ieri sera. Nel tentativo di raggiungerli sono impegnate, dal primo pomeriggio, guide del Soccorso Alpino Valdostano, piemontesi e del Sagf di Alagna.

Snap2.png

di Christian Diémoz

Due scialpinisti italiani sono bloccati, dalla serata di ieri, lunedì 2 aprile, al bivacco “Giordano” al Balmenhorm, a 4.167 metri, nel massiccio del Monte Rosa (Gressoney-La-Trinité). In loro aiuto è partita, via terra, vista l’impossibilità per l’elicottero di volare a causa delle condizioni meteo non ottimali, una squadra composta da tre guide del Soccorso Alpino Valdostano, alcuni colleghi piemontesi e due operatori del Sagf della Guardia di finanza di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Aostasera

Zahlreiche Lawinenunglücke fordern sieben Menschenleben

Der “Weißen Tod” ereilte am Osterwochenende mindestens sieben Menschen in den Alpen.

405.jpg

Der französische Arzt Emmanuel Cauchy, der sein Leben der Rettung von Bergsteigern widmete, starb am Ostermontag in einer Lawine beim Skifahren abseits der Piste. Die Lawinentragödie ereignete sich nahe des Skigebiets Chamonix in … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via www.alpin.de

Base-jumper muore dopo un lancio dal Becco dell’Aquila, sul monte Brento

Turista-base jumper, perde la vita dopo un lancio dal Monte Brento. Salvo l’amico

669px-adam-gruenwald-fonte-ildolomitiit-300x200.png

È l’austriaco Johann Adam Gruenwald, (50 anni), il base-jumper deceduto domenica 1° aprile, poco prima delle 13, dopo il lancio dal Becco dell’Aquila, sul Monte Brento.

Sul posto è intervenuto il Soccorso Alpino con l’appoggio dell’elisoccorso. Impegnati nelle operazioni anche … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Due valanghe in Trentino a Pasquetta. Salvi gli scialpinisti nelle Pale di San Martino. Nessun disperso in Val Gardena

Valanga travolge tre scialpinisti nella zona delle Pale di San Martino. Nessuna vittima

614px511-pale-san-martinofonte-ansa-300x250.png

Sono salvi tre scialpinisti che sono stati travolti ieri mattina da una valanga in Trentino, nella zona delle Pale di San Martino, a Fradusta.

Del gruppo, faceva parte una donna che è rimasta sotto la neve, mentre gli altri due sono rimasti fuori dalla massa nevosa. I due sono … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Snowboarder sbaglia la traiettoria del salto ed atterra sulla statale del passo Fedaia

incidente-2.jpg

Incidente al limite del surreale quello accaduto ieri ad uno snowboarder 37enne di Monaco che stava surfando sulla neve in fuoripista nella zona della pista Porta Vescovo ad Arabba.

Un salto, un errore di traiettoria e la caduta sull’asfalto della statale 641 del passo Fedaia. Un volo complessivo di 50 metri, “attutito” dall’essere prima finito sul … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Montagna.TV

Valanga a Chamonix: morta guida alpina sul Monte Bianco, 3 feriti gravi

Valanga sul Monte Bianco a Chamonix, un morto e tre feriti sul versante francese. La vittima è una famosa guida alpina del Soccorso locale (2 aprile)

valanga_slavina_montagna_alpinisti_elicottero_soccorso_lapresse_2018_thumb660x453.jpg

di Fabio Belli

Valanga sul Monte Bianco a Chamonix: un morto e tre feriti
Ennesima tragedia in questo lungo inverno che sconfina anche nei primi giorni di primavera: sul complesso del Monte Bianco, qualche ora fa si è staccata una valanga ingente che ha travolto un gruppo di sciatori che stavano facendo un’escursione sul lato francese del Monte Bianco, vicino a Chamonix. La slavina si è originata sul lato opposto della val d’Arve rispetto al versante francese del Monte Bianco, in Alta Savoia: ci sarebbe un morto di sicuro purtroppo e almeno tre feriti gravi. La vittima scialpinista sarebbe una nota guida alpina che agisce anche nel Soccorso Alpino locale, si chiamava Emmanuel Cauchy, 58 anni e molto conosciuto nel mondo d’alpinismo anche per aver partecipato alla fondazione dell’Istituto di formazione e ricerca nella medicina di alta montagna (fonte TPI). Secondo quanto sostiene Le Parisien, le tre persone coinvolte nella valanga sono … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Il Sussidiario

Livigno, slavina sulle auto in sosta: salvate madre e figlia di due anni

Erano nella vettura parcheggiata lungo la strada del Foscagno

immagini.quotidiano.jpg

di SUSANNA ZAMBON

Livigno (Sondrio), 1 aprile 2018 – Ancora una slavina a Livigno, che finisce sulla strada e travolge alcune auto in sosta, all’interno di una c’erano madre e figlia, la piccola di soli due anni, che sono state estratte sane e salve. E’ successo oggi, domenica 1 aprile, in località Trepalle, attorno alle 15.20. La valanga si è staccata nella … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Il Giorno

Svizzera: slavina in Val Lavizzara, feriti

Una decina di escursionisti sono stati travolti da una valanga. Intervenuti il Soccorso alpino e la REGA

Soccorsi all'opera lunedì in val Lavizzara.jpg

Un gruppo di escursionisti è stato travolto lunedì, poco dopo le 12.00, da una valanga staccatasi in Val Lavizzara, sopra Fusio. Le informazioni sono ancora frammentarie, ma secondo quanto comunicato da Rescue Media, le persone coinvolte sono almeno nove: sette sarebbero uscite illese mentre almeno due … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via RSI Radiotelevisione svizzera

Cortina, 2 bambini travolti da valanga: salvati

rifugio-son-forca-845x522.jpg

Paura al rifugio Son Forca sul monte Cristallo a Cortina d’Ampezzo. Intorno alle 12 di domenica una valanga ha investito due bambini di nove e dieci anni che stavano scendendo con il maestro di sci. La slavina che aveva un fronte di circa 100 metri e un’altezza di un metro e … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Vvox

Sondrio, le slavine dopo i fuoripista: denunciati sei giovani turisti

Una delle frane aveva sfiorato la pista da sci «Bimbi al Sole» di Bormio, chiusa in quel momento. Cinque escursionisti sono stati individuati e bloccati nella ski-area di Santa Caterina Valfurva. I magistrati della Procura li accusano di «valanga colposa»

4316.0.794783115-0023-kzFF-U434607505444514eH-180x140@Corriere-Web-Milano.jpg

Sei giovani stranieri sono stati denunciati in stato di libertà dalla Procura di Sondrio per valanga colposa. Cinque sono stati individuati dai carabinieri nella ski-area di Santa Caterina Valfurva dopo che, in fuoripista, avevano provocato una slavina. Il sesto è stato fermato e anch’egli denunciato, invece, dagli agenti di polizia di Bormio, dove poco prima aveva causato una valanga che ha pericolosamente lambito la … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Corriere.it

Travolti da una valanga in Svizzera

Un gruppo investito sopra Fiesch, in Vallese. Soccorritori al lavoro

La zona della slavina.jpg

Diversi escursionisti, forse cinque secondo RTS, a quanto sembra dotati di pelli di foca, sono stati travolti da una slavina nel tardo pomeriggio di sabato fra Fiesch e la stazione sciistica di Fiescheralp, in Vallese. Il bilancio è ancora ignoto. Una colonna di soccorso è subito intervenuta, allertata verso alle 16.45 da un membro di un altro gruppo scampato alla … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via RSI Radiotelevisione svizzera

Bimba di 7 anni cade durante un’arrampicata a Campovento

614px511-elicottero-vigili-fuoco-fonte-ansa-300x250.png

La bambina è stata trasferita all’ospedale Gaslini di Genova in codice rosso

Una bimba tedesca di 7 anni è rimasta gravemente ferita lunedì, dopo essere caduta mentre stava effettuando una arrampicata con i genitori a Campovento, nel territorio comunale di Dolcedo, nell’entroterra di Imperia. La bambina ha battuto violentemente la testa e ha … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Fuoripista mortale ad Argentera del 2015: 10 mesi a due guide alpine per omicidio colposo e provocata valanga

614px511-immagini-di-repertorio-fonte-targatocn.it_-300x250.png

Patteggiano le due guide alpine francesi per l’incidente del 2015 ad Allan Graeme Porteous

Lo sciatore inglese Allan Graeme Porteous, morì il 7 febbraio 2015 durante una discesa fuoripista ad Argentera, in Alta Valle Stura. Aveva 48 anni e, dotato di tutte le attrezzature salva-vita, fu investito da una valanga mentre stava sciando in compagnia di altri nove connazionali e due guide alpine francesi Matthieu Desprat e Bruno Roche.

Porteous, facoltoso uomo d’affari di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal

Tanta neve, meno sciatori

Schermata-2018-03-29-alle-10.41.56.png

Si parla molto dell’inevitabile declino dello sci, argomento scabroso per gli imprenditori del Comelico e dell’Ossola dove le ruspe sono pronte a entrare in azione per creare nuovi faraonici impianti destinati ad “avvicinare le montagne”. Non è un caso che, nonostante le abbondanti precipitazioni, la stagione dello sci si appresti in questa primavera del 2018 a chiudere in rosso. E’ quanto emerge dai dati che l’Associazione valdostana impianti a fune (Avif) ha consegnato il 28 marzo 2018 alla quarta … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountCity

Slavina sul Gran Zebrù travolge scialpinisti: due vittime e un ferito

La valanga si è staccata a 3.200 metri di quota. Immediato l’intervento dell’elisoccorso

zebru-k0hB-U434601667805545H-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443.jpg

Stamattina una valanga si è staccata a 3.200 metri di quota e ha investito un gruppo di alpinisti che stavano risalendo sul Gran Zebrù, sopra Solda, in Trentino. Il primo bilancio è di due morti e un ferito in gravi condizioni. La slavina ha ceduto nei pressi di Colle Bottiglia, uno stretto e ripido canale. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso che ha portato in quota gli uomini del soccorso alpino di … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Corriere.it

Camminare in montagna rende felici

85-1024x683.jpg

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Felicità e cosa rende più felici del camminare in montagna?

A dirlo non siamo solo noi, che ammettiamo essere un po’ di parte, ma anche alcune ricerche scientifiche che hanno dimostrato che camminare nella natura abbassa lo stress e stimola la produzione di endorfine, che sono responsabili della … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via Montagna.TV

Slavina a Livigno, muore scialpinista

La tragedia ieri pomeriggio. Salvi i compagni che erano con lui

slavina-a-livigno-muore-scialpinista_f9a0bd66-2ba4-11e8-b0e3-75662fd4d9da_998_397_big_story_detail.jpg

Un uomo ha perso la vita ieri pomeriggio, travolto da una valanga nella zona della Val Nera, nei pressi di Livigno, a 2100 metri di quota. Secondo quanto comunicato dal Soccorso alpino, era con altri tre amici quando una massa di neve, con un fronte di 100 metri, è scesa per circa 150 metri e lo ha travolto, portandolo più in basso, verso il fondovalle, dove c’è un torrente. I compagni lo hanno soccorso subito ed … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via www.laprovinciadisondrio.it

Valanga travolge 18 scialpinisti a Passo Stalle: 1 morto e 2 feriti

Masso di neve si stacca dal Monte di Dentro sul lato austriaco

614px511-soccorsi-fonte-ansa-passostalle-valanga--300x250.png

Un gruppo di 18 scialpinisti, ieri è stato sorpreso e travolto da una valanga sul lato austriaco del passo Stalle.

Una persona è morta e due persone sono state salvate e trasportate in ospedale con ferite lievi. La slavina si è staccata dal Monte di Dentro (2.725 m) verso il … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

via MountainBlog | The Outdoor Lifestyle Journal