Turismo invernale? Tutto da rifare

Tuismo-invernale-in-val-Fex.jpg

L’apocalissi climatica che avanza, l’ideologia green, i turisti buoni che non inquinano, meditano, si rilassano, si interessano alla “cultura alpina” , i nuovi abitanti rurali che scorrazzano virtuosi… Tutto questo repertorio si condensa nel comunicato di CIPRA Internazionale dell’8 febbraio 2017 intitolato “Transizione nel turismo invernale” che qui è possibile scaricare. “Il turismo ha portato ricchezza nelle Alpi”, scrive Barbara Wulser, responsabile della comunicazione, nella mail di accompagnamento. “In molte regioni continua a essere un’importante fonte di reddito, ma anche un fattore di rischio per la dipendenza da un solo settore. Il cambiamento climatico e il mutato comportamento dei visitatori pongono le destinazioni di fronte a grandi sfide. Nell’anno dell’ONU del turismo sostenibile per lo sviluppo la CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, fornisce spunti di riflessione per l’inevitabile transizione”. Nel documento si legge che “anche il numero delle cosiddette giornate di sci è tendenzialmente in diminuzione in tutti i Paesi alpini da … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

Fonte: MountCity

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...