Quando i cani diventarono da valanga

Snap2.png

Il Soccorso alpino ha celebrato questa estate il cinquantennale della Scuola nazionale cani da valanga nata a Solda nel 1966 per merito di alcuni montanari tra i quali parroco don Joseph Hurton, all’epoca battezzato “padre soccorso”. Dal libro “Samaritani con la coda. Storie vere di cani di montagna” (Priuli&Verlucca 2005) è tratto questo racconto sulla storia, ormai al confine con la leggenda, di don Hurton.

L’alpinista in pelliccia di “padre soccorso”

Di cani ne ha avuti sei, cinque dei quali da valanga. Tutti pastori tedeschi. Si chiamava Brinnò quello che più è rimasto nel cuore di don Joseph Hurton, intrepido “padre soccorso” di Solda. “Era molto forte, tenace nella ricerca, un tipo che non aveva paura di nessuno. Era instancabile anche come alpinista. Insieme abbiamo collezionato una decina di cime oltre i tremila metri, e sui libri di vetta compare anche il suo nome”, racconta il religioso che nel ’66 a Solda, con 18 cani e 17 conduttori, fu tra i montanari che diedero vita ai primi corsi per cani da valanga del Corpo nazionale soccorso alpino. La storia di don Joseph è ormai al confine della leggenda anche se il vecchio parroco di Solda conserva una vitalità straordinaria e gira per le sue montagne con l’ardore dei trent’anni. Nel gruppo di soccorso alpino all’inizio degli anni Sessanta se lo vedono capitare elegante e signorile, un volto abbronzato da attore che non tradisce i tormenti di un recente passato. Profugo cecoslovacco in tonaca perseguitato dal regime comunista, don … [per continuare a leggere, fai clic sull’immagine o sul link qui in basso]

Fonte: MountCity

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...